Raccolta differenziata in Alta Valsugana: i conti non tornano o ... tornano troppo?

chiavetta

La recente decisione di AMNU di fare pagare una tariffa anche per chi differenzia correttamente gli imballaggi in plastica

conferendoli negli appositi contenitori, ha creato non poche polemiche e proteste sui social, culminate nella raccolta firme portata avanti da più gruppi sia on line sia direttamente sul territorio.

Ma cosa ne pensa il semplice cittadino? Il nostro cittadino tipo si chiama Beniamino ed abita a Levico.

Lo intervisteremo per capire come la pensa, improvvisando un ipotetico contraddittorio.

Blog: "Che cosa ne pensa del recente cambiamento deciso da AMNU?"

Beniamino: “Mi suona strano che più plastica differenzierò e più pagherò. A rigor di logica dovrebbe essere vero il contrario!”

Blog: “Caro Beniamino, a te non sembra, ma hai bisogno di essere educato a comportamenti più virtuosi: lo ha spiegato nel corso di una trasmissione televisiva anche il sindaco di Pergine.” “Se paghi il conferimento della plastica sarai più attento nei tuoi acquisti, evitando i prodotti imballati con la plastica. Dovrai pagare il conferimento anche perché i soliti furbetti inseriscono, assieme alla plastica, impurità fino al 40%!”

Beniamino: “Ma non è che il furbetto trovando il contenitore della plastica chiuso verserà poi le impurità nei contenitori liberi, abbandonerà per strada o addirittura brucerà la plastica nella <fornesela> domestica, mandando all'aria i nobili intenti educativi?”

Blog: “Comunque sia, fattene una ragione perché i sindaci dei Comuni soci di AMNU sono irremovibili: caro Beniamino in Alta Valsugana si pagherà il conferimento della plastica! Vogliamo esseri i primi nel Trentino, e almeno in questo lo saremo; eppoi quante polemiche! Costerà, su base annua, come una o due birre a testa per tutti gli abitanti (astemi compresi).”

Allora Beniamino ribatte: “Ma se costa così poco, perché non ci abbuonano la tariffa? Si tratta, per AMNU, di regalare una birra all'anno ad ogni cittadino...”

Beniamino poi si corregge: “Ah che stupido, mettono la tariffa sulla plastica perché i costi di smaltimento delle impurità gravano sul bilancio di AMNU, portandolo in perdita.”

Allora Beniamino scarica dal sito AMNU il bilancio 2015 e comincia a leggere...

Dalla lettura scopre che il bilancio gode di ottima salute: i vari indici sono positivi, infatti chiude con un utile netto di 327 mila euro, che è stato in parte distribuito ai Comuni soci per 174 mila euro.

E Beniamino chiede: “Ma se il bilancio 2015 è andato bene, perché devo pagare una tariffa aggiuntiva per la plastica?”

Blog: “Caro Beniamino, ma non capisci proprio: pagherai la tariffa sulla plastica e così vi saranno minori costi di selezione, di conseguenza ti abbasseranno la tariffa sul secco.”

Beniamino: “Ma siete proprio sicuri che pagherò di meno?”

Blog: “Ehmm non da subito,... sembra a partire dal 2018... forse... dipende... mica possono leggere nel futuro!.

Intanto tu comincia a pagare la tariffa... Non chiederti cosa può fare per te la società, fai tu qualcosa per la società!”

Beniamino ci pone un'altra domanda: “Perché una società multiservizi, che non dovrebbe avere fini di lucro, chiude in utile? Ma soprattutto, perché lo distribuisce ai soci?”

Blog: “Ma proprio non capisci, caro Beniamino, sei proprio privo di cultura finanziaria! Gli utili vanno ai Comuni e, in definitiva, ritornano ai cittadini... quindi anche a te! Inoltre dai quotidiani si legge che la tariffa di AMNU deve garantire, per legge, un utile di circa 160 mila euro.... Amnu deve, quindi, chiudere in utile!"

Beniamino: "Comunque sia, la società ha registrato un utile doppio rispetto a quanto scritto sui giornali."

Blog: "Caro Beniamino, gli antichi romani ti avrebbero risposto così: melius abundare quam deficere! E Basta con le polemiche!"

Beniamino si è quasi convinto, ma abita a Levico e scopre, dai documenti allegati al bilancio, che Levico partecipa in AMNU solo con l'11,350%, mentre Pergine con il 47,056%: le percentuali non sono proporzionate al numero di abitanti dei due comuni, Levico (7868) e Pergine (21155).

La distribuzione degli utili avviene in proporzione alle quote di partecipazione, in pratica Pergine ha incassato nel 2016 utili per 81.900 euro, mentre Levico solo per 19.700 euro, che corrisponde a meno di un quarto di quanto ha incassato Pergine!

Beniamino si è finalmente convinto: “Adesso ho capito tutto! Dov'è il carretto di Dal Bianco con la raccolta firme, che vado a firmare subito anch'io??!!!”

 Edico-lando.it BLOG si parla di:

Satira vignette politica cronaca benessere cultura sport donne disoccupati arte

 e molto altro...

P.IVA 02187530221 - Tutto il materiale publicato su questo BLOG è coperto da copyright.

Per l'utilizzo è sufficiente citare la fonte e comunicarlo al seguente indirizzo franco.zadra@edico-lando.it

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.