Doc-Denominazione di origine cinematografica spegne 10 candeline e festeggia

Doc trentino

Palazzo Firmian sarà dedicato al Teroldego Rotaliano e, dunque, alla Piana Rotaliana, Palazzo Lodron Zippel

 a Marzemino e Vallagarina, Palazzo Thun e Torre Mirana a Müller Thurgau e Valle di Cembra, Palazzo Roccabruna a Trentodoc e alla città di Trento, il Castello del Buonconsiglio a Nosiola, Vino Santo e Valle dei Laghi.

Brindisi finale presso il Teatro Sociale di Piazza Cesare Battisti, con un calice di grappa trentina e un salto indietro nel tempo con la visione di due pellicole presso il Teatro Sociale.

Trento, 6 settembre 2017 - Una serata alla scoperta della storia della città, con la visita di alcuni dei suoi edifici più evocativi che vantano un legame con il mondo del vino, ma anche un viaggio virtuale attraverso i territori più vocati alla viticoltura della provincia, con degustazione dei loro prodotti più rappresentativi, e un tuffo finale nella storia del cinema.

Così la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino ha scelto di festeggiare la decima edizione di una delle sue rassegne più famose e partecipate, DOC-Denominazione di Origine Cinematografica, nata per celebrare il connubio tra enogastronomia e cinema attraverso visite guidate nelle più belle cantine e distillerie del Trentino seguite dalla visione di film sotto le stelle.

L'appuntamento è per venerdì 15 settembre, dalle 17.00 alle 23.00, nel centro storico di Trento. Dopo aver ricevuto ticket e calice presso il Teatro Sociale, i partecipanti potranno iniziare il loro viaggio di gusto alla scoperta delle specialità del Trentino secondo il percorso preferito.

Cinque le tappe previste, ognuna dedicata ad un vino "testimonial" e al territorio di riferimento, raccontato da chi, giorno dopo giorno, lavora per promuoverli e valorizzarli, anche attraverso le manifestazioni enologiche che durante tutto il corso dell'anno vengono organizzate.

In ogni location, l'ospite potrà scegliere tra numerose cantine presenti e tra due proposte food accompagnato da performance musicali live.

A completare l'offerta beverage, in tutte le tappe ci sarà a disposizione Acqua Levico.

Palazzo Thun e Torre Mirana - Corte del Müller Thurgau

Via Belenzani 19

Tra le più significative residenze gentilizie della città, oggi sede municipale del Comune di Trento, Palazzo Thun ospiterà la Valle di Cembra e il suo vino simbolo, il Müller Thurgau.

Dopo aver visitato gli spazi, tra cui le cantine storiche della casa-torre, si potrà degustare un calice di questo straordinario bianco scegliendo tra quelli di Azienda Agricola Marco Donati, Azienda Agricola Francesco Moser, Azienda Agricola Pojer e Sandri, Cantina Roverè della Luna Aichholz, Cantine Mezzacorona-Rotari, Cantine Monfort, Cavit, Cembra cantina di montagna, Gaierhof, Villa Corniole e Vivallis, in abbinata al Tortino con verdure dell'orto proposto da Locanda 2 Camini di Baselga di Pinè o al Soufflè di cipolla rossa e Carne Fumada con carpaccio di Carne Fumada su insalatina e citronette alla senape proposto da Maso Franch di Giovo.

A raccontare il territorio, la Pro Loco di Giovo, che dal 22 al 24 settembre organizza la Festa dell'Uva a Verla di Giovo, e il Comitato organizzatore della rassegna Müller Thurgau: Vino di Montagna, in programma dal 28 giugno al 1 luglio 2018 a Cembra Lisignago.


Palazzo Roccabruna - Corte del Trentodoc

Via S. Trinità 24

Importante esempio di architettura manierista e sede dell'Enoteca Provinciale del Trentino, Palazzo Roccabruna omaggerà la zona di Trento e le bollicine di montagna Trentodoc.

Dopo la visita guidata, si potrà degustare un Trentodoc a scelta tra quelli di Agraria Riva del Garda, Azienda Agricola Balter, Azienda Agricola Francesco Moser, Cantina Aldeno, Cantina di Isera, Cantina Endrizzi, Cantina Sociale di Trento, Cantine Mezzacorona-Rotari, Cavit, Cembra cantina di montagna, Ferrari F.li Lunelli, GaierhofMaso Martis, Opera Vitivinicola in Valdicembra, in abbinata agli Spaghettoni caserecci alla farina di mais Spin della Valsugana con ragù di salmerino e finferli di Osteria a "Le Due Spade" di Trento o ai  Canederlotti di pane nero, sesamo e porcini su vellutata di Trentingrana di Antica Trattoria 3 Garofani di Trento.

Tra le sale del palazzo spazio anche alla manifestazione di massima valorizzazione del metodo classico trentino, ovvero Trentodoc Bollicine sulla città, in programma tra novembre e dicembre a Trento.

Palazzo Lodron Zippel - Corte del Marzemino

Piazza Lodron 31

Edificato sopra un antico quartiere della città, custodisce numerose sorprese, tra cui le impronte di alcuni tini che testimoniano la presenza di una caupona, ovvero la bottega di un vinaio.

Quale luogo più adatto, dunque, per omaggiare la Vallagarina e degustare un calice di Marzemino, scegliendo tra quelli di Azienda Agricola Grigoletti, Cantina d'Isera, Cantina Mori Colli Zugna, Cantine Mezzacorona-Rotari, Cavit, Concilio, Vivallis, abbinato al Fanzelto di Terragnolo con Luganega trentina e cappuccio grestano realizzato da Locanda delle Tre Chiavi di Isera o al piatto "Trilogia di montagna: parla il Vezzena" di Moja Ristorante di Rovereto.

Nel corso della serata, si parlerà della prossima edizione de La Vigna Eccellente, in programma dal 27 al 29 ottobre ad Isera.

Palazzo Firmian - Corte del Teroldego Rotaliano

Via Galileo Galilei 1

Risalente ai primi anni del XVI secolo, Palazzo Firmian omaggia il mondo del vino con un ciclo di affreschi di epoca barocca in cui si narra della figura mitologica di Bacco.

Gli ospiti potranno ammirarli scoprendo la Piana Rotaliana e degustando un calice di Teroldego Rotaliano, il vino rosso più rappresentativo della provincia, scegliendo tra quello di  Azienda Agricola Endrizzi Elio, Cantina Rotaliana di Mezzolombardo, Cantina Endrizzi, Cantina Roverè della Luna Aichholz, Cantine Mezzacorona-Rotari, Cavit, Dorigati, Gaierhof, Villa Corniole, abbinato al Pane soffice di patate al burro di malga con speck e maionese ai lamponi e aceto di Teroldego creato dallo chef di PerBacco Ristorante di Mezzolombardo o al Tortino di sfoglia con Spressa delle Giudicarie DOP e verdure grestane con la sua fonduta del Ristorante Da Pino di Grumo di San Michele all'Adige.

Castello del Buonconsiglio - Corte di Nosiola e Vino Santo

Via Bernardo Clesio 5

Composto da una serie di edifici di epoche diverse, il Palazzo del Buonconsiglio rappresenta il più vasto e importante complesso monumentale del Trentino Alto Adige.

Tante le cose da raccontare durante la visita, che toccherà anche le antiche cantine di Bernardo Clesio, al termine della quale si potrà scoprire il territorio della Valle dei Laghi e degustare un calice di Nosiola o Vino Santo scegliendo fra quelli di Azienda Agricola Gino Pedrotti, Azienda Agricola Francesco Poli, Azienda Agricola Salvetta, Cantina Toblino, Cavit, Cembra cantina di montagna, Maxentia, abbinato al Tortino con fichi al Vino Santo Trentino e formaggio erborinatoproposto da Hosteria Toblino di Sarche di Madruzzo o al Trittico del Buonconsiglio proposto da Ristorante Alfio di Dro.

Spazio infine a DiVinNosiola, quando il vino si fa santo, manifestazione curata dall'APT Trento Monte Bondone e Valle dei Laghi in programma dal 25 marzo al 25 aprile 2018.

Il tutto si concluderà nuovamente in Piazza Cesare Battisti per un brindisi finale con la grappa trentina, grazie ad una selezione a cura dell'Istituto Tutela Grappa del Trentino proposta in abbinata al tortino alle noci realizzato da Panificio Pasticceria Tecchiolli oppure alla torta di fregoloti di Panificio Moderno.

La piazza sarà dedicata a La notte degli alambicchi accesi, in programma dall'8 al 10 dicembre a Santa Massenza.

Spazio infine al cinema, all'interno del Teatro Sociale, con la proiezione di La strada del vino eLumière! L'invenzione del cinematografo,che catapulteranno il pubblico in un nostalgico passato tutto da scoprire: il primo contributo è infatti un filmato realizzato alla fine degli anni Sessanta lungo la Strada del Vino, mentre il secondo racconta i primi esperimenti di cinema, con un mix di video realizzati tra il 1895 e il 1905 tra cui spezzoni famosissimi, come l'uscita dalle officine o l'arrivo del treno, e altri meno noti ma altrettanto affascinanti.

"Siamo davvero orgogliosi di presentare una serata di questo tipo - ha dichiarato Francesco Antoniolli, Presidente della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino - che coinvolge tutti i territori dell'associazione, promuove tutte le manifestazioni enologiche più importanti del territorio e valorizza i nostri vini testimonial e la grappa trentina in abbinata alle produzioni gastronomiche locali.

Basti pensare che sono più di ottanta - ha proseguito - i soci che hanno creduto in questa iniziativa, tra ristoranti, produttori gastronomici, cantine e distillerie, e una sessantina le etichette vino a scelta in degustazione".

Un omaggio all'eccellenza e alla convivialità, dedicato ai winelovers, ai gastrofanatici, ai cinemaniaci e a chi ama viaggiare con la mente, con il cuore e con il palato.

La manifestazione avrà luogo grazie al supporto di: Provincia Autonoma di Trento, Comune di Trento, Regione Trentino-Alto Adige, APT Trento, Monte Bondone e Valle dei Laghi, Istituto Trento Doc, Istituto Tutela Grappa del Trentino, Palazzo Roccabruna-Enoteca Provinciale del Trentino, Comitato Mostra Müller Thurgau, Proloco di Giovo, Comune d’Isera, Proloco di Mezzocorona, Nuovo Cineforum di Rovereto, Trento Film Festival, Banca Popolare Volksbank, Centro Culturale Santa Chiara, Associazione Culturale Santa Massenza, Castello del Buonconsiglio, Unicredit.

La quota di partecipazione è di 22 euro fino al 12 settembre in prevendita presso la sede della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino (Via della Villa 6/c, Villazzano di Trento) o tramite bonifico bancario; 27 euro il  giorno dell'evento al punto cassa presso il Teatro Sociale. Per info chiamare il numero 0461 921863 o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 Edico-lando.it BLOG si parla di:

Satira vignette politica cronaca benessere cultura sport donne disoccupati arte

 e molto altro...

P.IVA 02187530221 - Tutto il materiale publicato su questo BLOG è coperto da copyright.

Per l'utilizzo è sufficiente citare la fonte e comunicarlo al seguente indirizzo franco.zadra@edico-lando.it

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.