Mori incontra Davide Sapienza

Mori

Nata da una iniziativa delle associazione culturale  Le Città Invisibili , con la collaborazione del Gruppo di Lettura di Mori

e il patrocinio dell' Assessorato alla Cultura del Comune di Mori.

Il prossimo 15 dicembre 2016, alle ore 20:30, nella  Bilblioteca Comunale di Mori, l'autore Davide Sapienza presenterà il suo libro "La strada era l'acqua".
 La giornalista Fausta Slanzi dialogherà con l'autore.      
 

Biografia di Davide Sapienza:

Scrittoree geopoeta, traduttore di classici (Jack London, E.A. Poe, Barry Lopez) e autore di reportage, Sapienza vive la scrittura come strumento privilegiato per esplorare le connessioni naturali e culturali attraverso il lavoro  “sul campo”, in viaggio e in cammino.

Dopo venti anni dedicati professionalmente alla musica come autore di note biografie rock, autore televisivo e conduttore radiofonico, oltre che inviato, nel 2004 pubblica l'originale “journal” psicogeografico I Diari di Rubha Hunishseguito da esperimenti narrativi dei quali si ricordano La valle di Ognidove, La strada era l'acqua (ristampato nel 2015), La musicadella neve, il manuale Zanichelli Scrivere la naturaCamminando.

Nel 2012 fonda “Diritti della Natura Italia” e il percorso si arricchisce tornando a un grande quotidiano (dopo l'esperienza a La Stampa) dal 2013, invitato dal dorso bergamasco del Corriere della Sera a realizzare reportage, editoriali e la rubrica “Sentieri d'autore”.

É stato tra i primi scrittori italiani a utilizzare come strumento divulgativo i cammini letterari e i viaggi d'autore.

Vive nelle Orobie dal 1990 e grazie a questa scelta ha potuto trovare terreno fertile per la sua visione naturale e letteraria che lo ha portato a partecipare a diverse rassegne internazionali. 

Tra i premi, da ricordare “Le Ghiande” di Cinemambiente, istituito a Torino nel 2015.

Nel marzo 2016 ha pubblicato per Feltrinelli Zoom la raccolta di poesie Il Durante Eterno Delle Cose.

Il suo sito è www.davidesapienza.it

 

Citazione.:...“Un giorno di giugno un uomo lascia i ghiacciai dell’Engadina seduto nel proprio kayak.

È diretto a Istanbul e nessuno lo sa.

Nessuno tranne l’Acqua.

Per tre mesi inizia un dialogo tra il canoista e la vita, che nell’Acqua trova la sua espressione chiave.

Questa è una storia speciale, raccontata dall’Acqua.

Che per la prima volta, in un libro, parla.

C’è sempre qualcosa che esce dal flusso,è una concessione del ciclo della vita; uscire dall’eternità delle forme per riposare, in attesa di riprendere la navigazione catturare il vento basso sotto l’orizzonte verso il destino”.

D.S.

 

 Edico-lando.it BLOG si parla di:

Satira vignette politica cronaca benessere cultura sport donne disoccupati arte

 e molto altro...

P.IVA 02187530221 - Tutto il materiale publicato su questo BLOG è coperto da copyright.

Per l'utilizzo è sufficiente citare la fonte e comunicarlo al seguente indirizzo franco.zadra@edico-lando.it

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.