AGIRE si è presentato a Trento e Ala

Valori

Ieri, (8 ottobre 2016) si è presentato alla città di Trento il coordinamento territoriale di AGIRE.

A presentare il gruppo, composto attualmente da oltre 20 persone, è stato il coordinatore Sandro Bordignon.

"Il cammino di AGIRE è iniziato da poco, ma ha già ottenuto numerosi consensi, suggerimenti e adesioni perché si è capito che con umiltà propone un modo di fare politica ormai “insolito”, quello che consiste nell'occuparsi e partecipare con impegno alla quotidianità vissuta della gente", ha spiegato alla platea della sala rosa nel Palazzo della Regione, con diversi esponenti della politica locale tra i quali Bruna Giuliani della Lega nord, Marika Poletti di Fratelli d'Italia e diversi esponenti.


"AGIRE ha le idee chiare: non è il giocattolo di nessuno, non è la costola di qualcuno, è un movimento territoriale di centro-destra - ha precisato Bordignon -, che dialoga con le realtà politiche che in quest'area si riconoscono.

Noi vorremmo essere i buoni vicini di casa, quei vicini pronti ad ascoltare, a collaborare per mantenere un vicinato attivo, dinamico, sincero e soprattutto schietto".

"Il movimento non porta il nome di qualcuno - ha evidenziato l'anima fondatrice del movimento Claudio Cia, battagliero consigliere provinciale di minoranza -, non è "il movimento di Cia", che lo rappresenta a livello provinciale, ma al contrario crede in un progetto di onesti che sappia offrire una alternativa concreta al centro-sinistra".

Elena, del coordinamento cittadino di AGIRE, ha introdotto la visione del movimento sulle tematiche del sociale.

Andrea ha parlato della famiglia, nucleo fondamentale della società e che il movimento vuole rifiutarsi di considerare poco più di un ente destinatario di labili forme di assistenzialismo.

Pasquale, dalla sua carrozzina, ha evidenziato le gravi carenze che rendono la vita dei disabili più difficile di quello che è già, sottolineando il contrasto con l'immagine patinata della "Smart City", sulla quale l'attuale amministrazione si sta prodigando.

Gian Piero ha toccato il tema caldo della sicurezza, intesa come diritto fondamentale e con le Forze dell'Ordine che non agiscano "a fasce orarie" ma in tutto l'arco della giornata, facendo rispettare il regolamento di Polizia della città.

Paolo ha raccontato la visione di AGIRE su viabilità e urbanistica, evidenziando le scelte scriteriate che ci  hanno portato nel recente passato ad avere interi complessi edilizi nuovi, ma di fatto vuoti e non integrati con la città, oltre alla questione dei manufatti da abbattere per restituire decoro alle periferie, e un accenno al tema del numero imponente di appartamenti sfitti.

Mauro infine, ha toccato la questione del turismo, con l'obiettivo di lavorare ad un turismo di maggiore qualità, non più un mordi e fuggi per vedere i mercatini di Natale, e qualche critica sulla gestione del Monte Bondone, la montagna della città eterna Cenerentola.

Si è parlato di una maggiore attenzione ai turisti che arrivano a Trento in camper, e qualche considerazione sulla "Smart City": "inutile avere luminarie ultra moderne comandate da un ufficio se poi la gente ha paura ad uscire la sera".

Claudio Cia ha concluso ricordando come siano tanti i coordinamenti che si stanno avviando spontaneamente sul territorio, come il coordinamento delle Giudicarie o quello della Valsugana.

A fine giornata il movimento si presenterà anche ad Ala.

Il Coordinamento territoriale di AGIRE della città di Trento nasce da cittadini comuni che confidano in una politica che ponga la persona al primo posto.

Tale obiettivo lo vogliamo perseguire tutti i giorni e senza deroghe.

Non partecipiamo alla colonizzazione del territorio mercanteggiando spazi e posizioni di potere a scapito del bene dei cittadini.


I valori che ci accomunano e in cui ci riconosciamo sono chiari e condivisi: famiglia, autonomia, trasparenza, coerenza ed onestà.

Rifiutiamo a priori ogni sorta di favoritismo, privilegio e corruzione.

Noi ci crediamo: per questo ci mettiamo in gioco, per questo vogliamo AGIRE!

 

 Edico-lando.it BLOG si parla di:

Satira vignette politica cronaca benessere cultura sport donne disoccupati arte

 e molto altro...

P.IVA 02187530221 - Tutto il materiale publicato su questo BLOG è coperto da copyright.

Per l'utilizzo è sufficiente citare la fonte e comunicarlo al seguente indirizzo franco.zadra@edico-lando.it

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.