San Giuseppe lavoratore

San Giuseppe lavoratore

Manca ancora una curiosità. Da dove nasce la festa del primo maggio nei calendari cattolici, segnata in rosso col titolo di “festa di San Giuseppe Lavoratore”? La sua origine risale a una manifestazione organizzata a New York il 5 settembre 1882 dai Knights of Labor, un'associazione fondata nel 1869.

Concludo con un’ultima riflessione e considerazione, il sangue versato dai nostri padri per il diritto a un pezzo di pane, nel futuro ci sarà ancora garantito? I privilegi da loro conquistati per il nostro avvenire vivranno assieme alla loro memoria? O con la spending review e le nuove riforme sul lavoro (che non sto qui per motivi di spazio  a trattare…), ad accogliere i nostri figli nel mondo del lavoro  ci sarà  una collocazione che gli permetterà di vivere onestamente e dignitosamente?

O la storia ricomincerà con proporre contratti poco convenienti e porte sbattute in faccia se non si acconsente al volere del padrone…? O Tutta la storia che vi ho appena meticolosamente  raccontato rimarrà solo un’irraggiungibile chimera e come recita “La canzone sulla Sicurezza del Lavoro” - Working Bravely prodotta da Blumatica insieme con Firotek e Gozervideo -

«Camminare nelle viscere della notte per una strada che non ti porterà da nessuna parte Cercando di scappare dai ricordi della giornata  in cui un incidente sul lavoro ha portato via il tuo migliore amico in un mondo che si fa schiavo del consumismo e che dimentica di proteggere la gente che lavora distruggendo la famiglia che verrà fermiamoci a pensare non facciamoci influenzare la sicurezza sul lavoro è un diritto di tutti non bisogna aver paura di reclamare ciò che è nostro sfidiamo anche la fretta del momento che ci trascina verso l'errore e porta con se le conseguenze di una vita di una vita umana ricordiamoci che a casa c'è sempre qualcuno che ci aspetta».  

Sono ottimista e mi auguro nonostante tutto lo siate pure voi... Credo e devo credere per noi e per i nostri figli che presto l'Italia  uscirà da questa crisi che ci opprime e ci spaventa perchè come disse un anonimo:

«Il primo maggio è festa anche per i precari? No, per loro la festa è il 15 agosto, l’assunzione!»

Buona festa del lavoratore a tutti e buon concerto  del 1° maggio.

Maria Rosa Rosato

Torna al primo articolo...

 Edico-lando.it BLOG si parla di:

Satira vignette politica cronaca benessere cultura sport donne disoccupati arte

 e molto altro...

P.IVA 02187530221 - Tutto il materiale publicato su questo BLOG è coperto da copyright.

Per l'utilizzo è sufficiente citare la fonte e comunicarlo al seguente indirizzo franco.zadra@edico-lando.it

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.