“L’Esercito marciava”. Manifestazione riuscita

Momenti della manifestazione

“L’Esercito marciava” – ottima riuscita della manifestazione dell’esercito in piazza Fiera a Trento.

La pioggia scesa a tratti per tutto il giorno su Trento non ha fermato i marciatori della staffetta organizzata dall’esercito Italiano per l’iniziativa denominata “L’Esercito Marciava” e che, partita da Trapani lo scorso 11 maggio, giungerà a Trieste il prossimo 24 maggio con il testimone che sarà portato di corsa nell’ultimo chilometro dal Ministro della Difesa Roberta Pinotti.

Alle 18.00 di giovedì, come da tabella di marcia, i podisiti dell’Esercito – membri del gruppo Sportivo della FF.AA., ma anche personale in normale servizio nei reparti e che si è resa disponibile per l’iniziativa – è quindi giunta in Piazza Fiera giungendo da Bolzano e da Verona, passando sotto il grande arco gonfiabile predisposto per l’occasione in corrispondenza del grande tendone, accolta dall’assessore alla Cultura della provincia Tiziano Mellarini, il Commissario del Governo, il Presidente ANA Maurizio Pinamonti e il Sindaco di Trento Alessandro Andreatta tra gli altri.

Nel tendone predisposto per l’occasione si è svolta anche la simpatica e significativa cerimonia di consegna degli attestati di servizio ai ragazzi, i cui avi avevano prestato servizio nella 1°GM nei ranghi di quello che allora si chiamava “Regio Esercito Italiano”, e all’interno del quale per tutto il giorno si è tenuta l’esposizione di attrezzature dei reparti dell’esercito presenti nella nostra regione, dal 4° Rgt. Trasmissioni di Bolzano presente con i suoi apparati satellitari e di ripresa ad alta definizione al 4° Rgt elicotteri “Altair”, sempre di Bolzano e che con i suoi mezzi contribuisce alle operazioni di elisoccorso e trasporto in montagna, passando poi per il Museo Nazionale Storico delle Truppe Alpine del Doss Trento che ha presentato una parte della sua rara e preziosa collezione di divise ed accessori dei soldati di 100 anni fa.

 All’esterno della struttura la parte del leone l’hanno fatta invece gli uomini e le donne del 2° Reggimento Genio Guastatori Alpino di Trento, che così spesso abbiamo visto intervenire in regione -e anche fuori- per la bonifica degli ordigni bellici lasciati in eredità dai due conflitti mondiali che sono passati nelle vallate trentine.

Per tutto il giorno ragazzi, studenti e adulti hanno quindi potuto ammirare da vicino i grossi mezzi d’opera, il blindato “Lince”, un eccellenza tutta italiana che ha contribuito a salvare innumerevoli vite nei teatri operativi e che viene costruito proprio a Bolzano e anche i barchini rigidi e i battelli gonfiabili di cui il reparto è dotato.

L’adeguata cornice all’evento, perfettamente organizzata dal Comando Militare Esercito di Trento sotto l’attenta regia del Ten.Col. Fabiano Gereon è infine stata fornita dai ragazzi della Scuola Militare “Teuliè” di Milano, a tutti gli effetti un Liceo che prepara i futuri comandanti della Forza Armata, oltre a rilasciare ovviamente un diploma di Scuola Superiore per tutti gli allievi che escono da una dellescuole più prestigiose e dure del nostro paese.

Dopo i saluti ai tedofori è stata perciò la volta di Irene Baldessari, podista trentina in servizio nell’E.I., ripartire alla volta di Padova per coprire uno dei tratti finali della lunga marcia che ancora una volta ha unito l’Italia da Nord a Sud, questa volta assai più pacificamente che non il conflitto di un secolo fa ove soldati di tutte le regioni si trovarono a combattere fianco a fianco per la prima volta. 

Curatore militare Luigi Carretta

Foto di Luigi Carretta

 Edico-lando.it BLOG si parla di:

Satira vignette politica cronaca benessere cultura sport donne disoccupati arte

 e molto altro...

P.IVA 02187530221 - Tutto il materiale publicato su questo BLOG è coperto da copyright.

Per l'utilizzo è sufficiente citare la fonte e comunicarlo al seguente indirizzo franco.zadra@edico-lando.it

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.