For e cap, for christmas of businis

Rosa

Questi sono degli “spumanti stappati” al momento nella virata del “libero pensiero” di un Natale diverso, diverso per davvero.

In realtà nel trafelato ricerco il vero significato del Santissimo Natale ovverosia il senso logico di tanto sprecare che sembra avere preso il posto dell’amore dell’umano calore e tutto questo lavoro è finalizzato al mio bisogno di dargli una forma così giusto per ridargli “una vita”!

Diciamola tutta che Natale sarebbe, oggi, senza lo “shopping sfrenato”, dal vivooppure il tanto di moda on line che esso sia, pensato giusto per rimuovere dalla nostra memoria a lungo termine gli ancora pochi, a marziani ricordi dei rapporti umani e sociali rimastici.

Che Natale sarebbesenza “The cotechino promotion” della signora Gradisca?!

Senza “Il frizzare immancabile champagne di bollicine beneaugurali”?

O ancora dei salmoni norvegesi talmente “low cost”, da sembrare i fratelli diversi degli stoccafissi?!

E che dire della pubblicità del panettone soppesate per fare venire le allucinazioni visive ai bambini:

«Ehi papà guarda c’è la signora renna su nel cielo, mi guarda con occhi lanterne, mi sorride con denti diamanti, posso papà andare a fare un giro con di lei?!»

Poi arriva il pezzo forte, Babbo Natale con lui e la sua inquietante risata le allucinazioni divengono anche a carattere uditivo!

Perché?

Ma come non lo sapete?  

Pensate, sto qui saluta da lassù i bambini con quelle patte manone da alpinista durante una stagione sciistica con aria di chi ha dimenticato di rinnovare l’abbonamento per lo skipass?!

“ Vieni bel bambino…buttati che è morbido! ”

“ Ah babbo Natale ma sei scemo?! “

E infine come non farsi tentare dall’ acquistare le accattivanti boccettine di profumi griffati?

Gli immancabili bijoux e monili vari…?

Altro che museo delle cianfrusaglie delle sorelle Agazzi dopo le feste nelle nostre case!

Poi come per magia tutto si colora è la notte Santa e immancabilmente arriva come nuova tendenza che si fece spazio tra le consuetudini Il film Panettoni

Chi può permetterselo, in barba alla tradizione che vuole e vede la famiglia ( magari avvolta nella pura essenza d’ipocrisia però ) apparentemente unita va a farsi una settimana bianca, un viaggio in una capitale europea o la tanto di moda crociere nei mari caldi e“ sicuri ”, sì ma in tutto questo dove sta il Bambinello?

Forse nel Presepe?

Ma se ci vogliono togliere pure questo (…)!

Ma quest’anno sarà un Natale davvero diverso! Perché?

Ma perché alla lista ci si aggiunge una new entry, il cine panettone  senza  tette ne culone,“ un prodotto “, come ama definirlo Piersilvio, “ Sulla vita di Papa Francesco ”.

I più pruriginosi  resteranno delusi, si potrà solo sperare in una comparsata della  bella e intrigante signora Chaouqui, in giarrettiera e perizoma, inseguita da un “ allupeto “ monsignore Balda in mutandoni e canotta bianca, nei meandri di qualche improbabile albergo di lusso a Cortina…

Ma allora cosa ci lega ancora come allora al caro vecchio Natale di quando eravamo bambini poveri seppure felici?

Ma l’estrazione Rai, del biglietto vincente della Lotteria Italia nella sempre mera e  viva speranza di essere noi i possessori/vincitori del primo premio.

Molto probabilmente, il Natale quest’anno passerebbe sotto tono, se non per una diretta da Piazza San Pietro a mezzogiorno.

Infatti ci si ricorda che è Natale anche grazie e soprattutto a tutte queste ed altre iniziative ludico commerciali.

In conclusione, mi sia concessa una piccola precisazione considerato che i personaggi del Presepe sono: Arabi, Armeni, Assiri, Azeri, Ebrei, Osseti, Persiani, Turchi e Turcomanni e Kurdi i tre re Maggi.

Lasciatemi augurare buon Natale a tutti con bianchi e bei paesaggi! 

Perché a Natale la gente è più buona un sincero sorriso a chi non si dona?

Sia pace e amore in ogni famiglia è nato il Redentore del mondo …

” Che meraviglia ”!

Maria Rosa Rosato

 Edico-lando.it BLOG si parla di:

Satira vignette politica cronaca benessere cultura sport donne disoccupati arte

 e molto altro...

P.IVA 02187530221 - Tutto il materiale publicato su questo BLOG è coperto da copyright.

Per l'utilizzo è sufficiente citare la fonte e comunicarlo al seguente indirizzo franco.zadra@edico-lando.it

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.