Levico Terme, Giacomoni (AGIRE): «ex masera? Non solo macerie»

Ex Masera

Secondo alcune associazioni culturali la “Masera è storia da raccontare". 

Ma per la PAT la Masera non riveste carattere di interesse culturale.

E quindi si può abbattere senza alcuna remora.

Il 21 dicembre 2017 è stata approvata una determina della PAT in base alla quale si evince che il complesso denominato “Ex Macera Tabacchi” non riveste carattere di interesse culturale di cui all'art.10 del D.lgs. 42/2004 e pertanto non è oggetto di tutela ai sensi dell'art. 12 del medesimo decreto.

Il citato decreto specifica che sono beni culturali le cose immobili e mobili che, ai sensi degli articoli 10 e 11, presentano interesse artistico, storico, archeologico, etnoantropologico, archivistico e bibliografico e le altre cose individuate dalla legge o in base alla legge quali testimonianze aventi valore di civiltà.

Sono beni paesaggistici gli immobili e le aree indicati all'articolo 134, costituenti espressione dei valori storici, culturali, naturali, morfologici ed estetici del territorio, e gli altri beni individuati dalla legge o in base alla legge.

Per i funzionari della PAT evidentemente la Masera non è niente di tutto questo...

Questa conclusione stride con la recente serata dedicata alla presentazione di un progetto portato avanti da cinque associazioni: Levico in Famiglia, Gruppo Pensionati, Mondo Giovani, A.P.S.P., Centro Don Ziglio e Associazione culturale Chiarentana, con la collaborazione della Biblioteca comunale.

Tale iniziativa mira a raccogliere le memorie sulla Masera tabacchi di Levico.

Ed è grazie a quella serata che ho capito che la Masera non è solo un agglomerato di ferro e cemento in disfacimento, ma è anche una testimonianza di un periodo storico importante per Levico; molti levicensi hanno lasciato una parte della loro vita lavorativa in quell'edificio.

Dopo quella serata, quando passo per piazza Medici, mi pare di vederli quei ricordi, quelle esperienze di lavoro e amicizie che vagano come fantasmi in quel luogo che effettivamente qualcosa di spettrale ce l'ha...

Molti in sala avevano manifestato la contrarietà all'abbattimento: si auspicava una ristrutturazione finalizzata ad un riuso della struttura.

Anche Italia Nostra è intervenuta a favore con un comunicato stampa ripreso dai quotidiani locali.

La recente determina della PAT sembra che convalidi anche da un punto di vista formale l'intenzione di abbattere l'immobile.

La nostra proposta: sarebbe opportuno fare un sondaggio tra gli abitanti di Levico sul futuro della Masera e in parallelo una stima del costo di ristrutturazione dell'edificio.

Questo permetterebbe agli amministratori comunali e provinciali di prendere una decisione più condivisa ed accettata dalla popolazione.

Alberto Giacomoni 
Coordinatore per Levico Terme di Agire per il Trentino



 


 

 


 

 Edico-lando.it BLOG si parla di:

Satira vignette politica cronaca benessere cultura sport donne disoccupati arte

 e molto altro...

P.IVA 02187530221 - Tutto il materiale publicato su questo BLOG è coperto da copyright.

Per l'utilizzo è sufficiente citare la fonte e comunicarlo al seguente indirizzo franco.zadra@edico-lando.it

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.