«Viaggio, corsa, e fuga», perché distinguere?

«Viaggio, corsa, e fuga», perché distinguere?

Fa caldo!

Le temperature di questi giorni sono per molti un'ottima alibi per scansare il pensare. A che vuoi pensare con questo caldo? Problemi esistenziali assolutamente impellenti cedono il posto allo sforzo di adattamento climatico. Eppure, c'è un mio amico di Facebook che non smette mai di pensare e continua a stimolare il suo largo seguito con massime alla Confucio che sono la fine del mondo. Almeno io, sono tra i suoi più affezionati estimatori e non sono il solo.

Sono in tanti immagino, quelli che lo leggono volentieri anche sotto l'ombrellone. Voglio parlare di Giuliano Guzzo che oggi ha postato una di quelle frasi che ti fanno pensare in profondità e stimolano un dialogo interiore che troverebbe il suo giusto approdo al bancone di un pub davanti a due belle birre spumeggianti e fresche. «La corsa é in quello che speriamo di trovare davanti - scrive Giuliano nel suo post -; la fuga, in quel che vogliamo lasciare dietro; il viaggio, in tutto ciò che ci portiamo dentro».

Da questa mattina sono in compagnia di questa lapidaria definizione dei tre aspetti che insieme totalizzano l'esperienza di ciascuno di noi davanti alla realtà, la nostra reazione al mondo. Cerchiamo qualche cosa che pensiamo ci completi o che comunque sentiamo come una mancanza insopportabile? Ecco che ci mettiamo a correre per raggiungerla. Vogliamo distanziarci da un passato scomodo o imbarazzante? Ecco che la nostra diventa una fuga. Ci portiamo dentro una energia che si è alimetata con tutte le esperienze della nostra vita e ci fa mettere un passo dietro l'altro? Ecco che siamo in viaggio.

Bella frase! L'avessimo trovata scritta in qualche testo antico, riferita a Confucio, Gesù, o Siddhartha, sono convinto che non avremmo avuto alcuna perplessità ad attribuirle una genuina autenticità. A proposito, immaginate che cosa sarebbe delle religioni mondiali se ai tempi dei tre ci fossero stati i social... Ma non divaghiamo, veniamo al dunque. Tanto mi stimolò la frase di Giuliano di questa mattina che presto arrivai all'immagine famosa che ritrae Pietro e Giovanni che corrono al sepolcro.

Ovvio... si tratta di una corsa nella speranza di trovare quello che l'annuncio delle donne aveva insinuato nel loro animo... «Gesù è risorto!». Ma si tratta anche di una fuga. Come ci ricorda il vangelo di Giovanni (20,19-31) I discepoli se ne stanno a porte chiuse nel cenacolo dopo la croce, il buio, la paura, in quel luogo dal forte significato evocativo: lì, in quel cenacolo, il Maestro aveva parlato per l’ultima volta ai suoi, istituendo l’Eucaristia e lavando loro i piedi. Nell'immagine, Pietro e Giovanni sono anche in fuga da tutta quella paura. Infine, come non pensare che questo dei due discepoli al sepolcro non sia anche un viaggio nel quale si portano dentro tutto quello che avevano sperimentato e vissuto nella compagnia di Gesù?

Anzi, si tratta del viaggio per antonomasia! Tanto che mi permetto di fare un piccolo appunto a Giuliano, nello spirito fraterno dell'amicizia e ringraziandolo per l'importante intuizione che ha avuto, dicendo, come ho commentato il suo post, che «ci sono anche esperienze che contengono indistinte fuga, corsa, e viaggio...». Spesso ci sforziamo di fare distinzioni, ma la ricchezza vera sta nel cogliere le connessioni di una realtà che è "una" e che occorre guardare da molte prospettive diverse. La nostra vita, la speranza, le nostre fughe, sono sempre anche un viaggio. Buon cammino Giuliano!

 Edico-lando.it BLOG si parla di:

Satira vignette politica cronaca benessere cultura sport donne disoccupati arte

 e molto altro...

P.IVA 02187530221 - Tutto il materiale publicato su questo BLOG è coperto da copyright.

Per l'utilizzo è sufficiente citare la fonte e comunicarlo al seguente indirizzo franco.zadra@edico-lando.it

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.