Italian Style, «cambia il mercato dei Coiffeur»

Cambia il mercato dei Coiffeur

TRENTO - È aperto da qualche giorno un nuovo parrucchiere in Cristo Re. 

Emanuele Chiacchio con Elisa Deanesi, già operanti nel settore con un salone di estetica a Melta di Gardolo, hanno avviato un altro salone in città, Italian Style, in via Giovanni Antonio Scopoli 36, una parallela della Lungadige Giacomo Leopardi, a due passi dal grande fiume. «Qui in zona ci sono almeno altri sette saloni – dice Emanuele, 25 anni, originario di Napoli, diplomato parrucchiere al Pertini, frequentando le serali -. Qui dietro l’angolo ce n’è anche uno tenuto da cinesi, ma il quartiere ha dodicimila abitanti e c’è lavoro per tutti».

Già, i cinesi. Una famiglia cinese ha preso in gestione anche il bar dell’angolo, davanti alla bella chiesa di Cristo Re con l’immagine di Gesù sul portale, molto American Style, e il parcheggio di fronte, un tempo probabilmente campetto dell’oratorio, delimitato da un’alta grata in ferro, dipinta di verde. Quasi il presagio di un sentirsi assediati, una difesa dall’invasione.

«Assolutamente no! - risponde Emanuele convinto – I cinesi sono dei gran lavoratori, e stanno in rapporto 1 a 4 per abnegazione e impegno rispetto a noi italiani. Ho solo da imparare da loro. Infatti, il nostro salone, dove oltre alla mia ragazza, lavorano Katrina, Martina, e un’altra Elisa che fa l’estetista, lo abbiamo voluto cercando di imparare proprio dai cinesi, soprattutto adottando la loro politica dei prezzi bassi». Confrontando i listini esposti davanti ai due negozi, infatti, sembra di trovarsi di fronte alla stessa offerta.

«Quello che ci differenzia è lo stile – continua Emanuele -. Per noi non c’è solo la perfezione del taglio, o l’esecuzione di una messa in piega nel minor tempo possibile. Quello che cerchiamo di tenere alto è il rapporto con i clienti, il dialogo, la familiarità. Un parrucchiere italiano è un po’ come un prete o un barista. Diventa il confidente di persone che hanno piacere di aprirsi in un momento unico di riservatezza. Poi, quando passano alla cassa, è facile che si chiedano se per caso sono in un salone cinese».

Nello stesso salone di via Scopoli operava negli anni ‘80 e fino ad alcuni anni fa, Rolando Simoncelli, salito agli onori della cronaca per aver lanciato il software che mostrava in anteprima il taglio di capelli scelto dalle clienti. «Rolando – dice Emanuele con un simpatico sorriso – ha indovinato gli anni giusti del Boom. Ora è tutto diverso e molto più difficile, ma non voglio sedermi a piangere lasciando che siano solo i cinesi a lavorare».

 Edico-lando.it BLOG si parla di:

Satira vignette politica cronaca benessere cultura sport donne disoccupati arte

 e molto altro...

P.IVA 02187530221 - Tutto il materiale publicato su questo BLOG è coperto da copyright.

Per l'utilizzo è sufficiente citare la fonte e comunicarlo al seguente indirizzo franco.zadra@edico-lando.it

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.