Sottosopra... per capirci!

Sottosopra... per capirci!

Non mi è facile scrivere di questi tempi.

Infatti, è un bel po' che non mi ci mettevo in questo Blog... Dovrei scusarmi con i miei colleghi che pazientano nell'attesa di qualche mio post, anzi, proprio mi scuso. Sono diventato un post-blogger ormai. A mia discolpa invoco lo sguardo insostenibile sulla realtà in questi tempi caotici. Prigionieri degli scoop imposti dal grande spin doctor di giornata, diventa un'impresa ardua per chiunque viva di scrittura porsi alla tastiera con una qualche razionalità conseguente di pensiero. 

Tempi iniziati apparentemente, o meglio, ancor più visibilmente, dal suicidio politico, dallo scoppio improvviso di quella bolla di Pavone del nostro ex-premier Renzi. Da allora i Media han cominciato a battere la grancassa dei suicidi assistiti, morti volontarie a raffiche crescenti; il Genitore 1 che finalmente, con il Genitore 2, trova il diritto di chiamare figlio un bimbo partorito da chissà quale utero in affitto... ma che importa? Non conta il come, e il perché è onestamente troppo complicato da ricercare... importa la sostanza: il bimbo c'è! Crescerà anche lui e cambierà questo mondo sottosopra, se farà in tempo, se tutto andrà bene (come Dio vuole?), se un incidente, o una depressione, una mancanza di motivazione, non lo bloccheranno prima!

Quando la sua condizione biologica risulterà insostenibile per gli standard imposti dalla mentalità corrente, anche lui sarà sospinto verso la dolce morte... Anche in Italia, ovvio! Quando le ultime retrive resistenze delle residuali vestigia cattoliche saranno spazzate via dalla riprovazione della pubblicità, vivremo, ops... moriremo felici anche nel nostro Bel Paese. Candele mai accese, verranno spente nella loro intenzionalità...

Quando la società dei bachi da seta decretò che non fosse una vita degna d'essere vissuta quella dentro al bozzolo, smisero di nascere farfalle e anche i fiori non sbocciarono più. Una umanità dimentica che la vita si esprime innanzitutto come coscienza di rapporto con chi l'ha fatta, non sà più cosa sia la preghiera di chi si accorge che in "questo" momento la vita è "fatta!". Ma, in fondo, è ancora vita? Anche sottosopra?

Vorrei essere ancora capace di riannodarmi con il tutto... se lo sono mai stato.

 Edico-lando.it BLOG si parla di:

Satira vignette politica cronaca benessere cultura sport donne disoccupati arte

 e molto altro...

P.IVA 02187530221 - Tutto il materiale publicato su questo BLOG è coperto da copyright.

Per l'utilizzo è sufficiente citare la fonte e comunicarlo al seguente indirizzo franco.zadra@edico-lando.it

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.